Solo finchè conviene

luglio 15, 2007

Torna in auge un disegno di legge depositato circa un anno fa dall’attuale vice presidente dei senatori di Forza Italia Maria Elisabetta Alberti Casellati. L’autorevole Maria Elisabetta, -che nel 2005 da Sottosegretario nel Governo Berlusconi e “vice” di Sirchia, assunse la figlia Ludovica facendole un contratto da portaborse- si propone con questo disegno di legge di abolire il diritto di voto ai senatori a vita.

Maria Elisabetta vorrebbe modificare la Costituzione, ma dimentica un episodio storico fondamentale. E’ il 1994, Palazzo Madama, si vota la fiducia al primo governo Berlusconi. I senatori sono 326, 11 quelli a vita. I presenti sono 315, 314 i votanti, 158 la maggioranza richiesta. L’esecutivo di centro destra ottiene il sì di 159 senatori, 153 i contrari e due gli astenuti, che equivalgono a voto contrario al Senato.
Il primo governo Berlusconi ottiene dunque la fiducia per un solo voto. A garantirla tre senatori a vita: Giovanni Agnelli, Francesco Cossiga e Giovanni Leone.

Qualcuno, dietro le quinte, chiedeva se non fosse il caso di abolire il diritto di voto ai senatori che hanno o hanno avuto rapporti con la mafia. Invano.

Annunci

2 Risposte to “Solo finchè conviene”

  1. Peperlizio said

    Cossiga?

  2. ankou6 said

    L’unico essere vivente (fino a prova contraria) che ha un memoria a lungo termine inferiore al parlamentare di forza italia è l’elettore di forza italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: