In morte di houyhnhnms

aprile 14, 2008

Questo spazio muore, com’è morta oggi la sinistra italiana. E’ la prima volta nella storia dell’ Italia repubblicana che il Parlamento non ha rappresentaza comunista e socialista. E’ morta, e noi lavoreremo per ricostruirla.
Non sarà una passeggiata: l’deale di sinistra non è il populismo piazzista di Berlusconi, per quello basta poco.  Non è “la miseria morale e politica, di tipo paleonazista come quella rappresentato dalla lega”.
La sinistra ha radici culturali, ha una storia fatta di errori e di superamento. La sinistra è complicata, perchè sono complicate le questioni storiche all’interno delle quali noi dobbiamo operare. Noi la rimetteremo in piedi, senza interessi particolaristici, non ne abbiamo bisogno. Il nostro interesse è l’interesse sociale.

“Se i giovani si organizzano, si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi, non c’è scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull’ingiustizia” (Enrico Berlinguer)

Scelte

aprile 9, 2008

Roma, 7 apr. (Adnkronos/Ign) – “Sono felice di firmare l’appello per Sinistra Critica e mi fa molto piacere sostenere questa campagna. E’ doloroso vedere cosa succede sulla scena politica italiana“. Lo scrive il linguista americano Noam Chomsky, professore emerito e protagonista di tante battaglie contro la guerra, in un messaggio inviato alla Sinistra Critica.

Il messaggio di Chomsky segue la firma dell’appello internazionale lanciato da SC, a sostegno dei candidati della formazione. Tra gli altri, hanno firmato il regista inglese Ken Loach, l’economista Eric Touissaint, lo storico statunitense Howard Zinn, il candidato alle ultime presidenziali in Francia Olivier Besancenot, la candidata brasiliana Heloisa Helena, lo scrittore libanese Gilbert Achcar.

“Ringraziamo Noam Chomsky – hanno dichiarato la candidata premier Flavia D’Angeli (nella foto) e Franco Turigliatto – per l’appoggio in questa campagna. Il suo aiuto insieme a quello degli altri ci dà forza per impegnarci, non solo durante le elezioni, affinché rinasca in Italia una sinistra davvero contro la guerra, ecologista, femminista e anticapitalista“.

Cose

aprile 7, 2008

Allora oggi sul Manifesto c’è un gran pezzo di Luttazzi. Probabilmente tra poco anche sul suo blog, però compratelo il manifesto maledetti.

Poi, qui c’è la prima trasmissione di attualità su radio G. Sulle elezioni e dintorni. E vi invito a registrare i vostri messaggi audio (massimo 2 minuti) su qualunque cosa (politica, attualità, signoraggio) e mandarmeli, per una trasmissione radiofonica composta solo dai vostri messaggi in sequenza. Coraggio, ci sono migliaia di lettori di giornlaettismo che aspettano di sentire la vostra.

Poi niente, fate i bravi, andate a messa e studiate.

Tornati

aprile 3, 2008

Giornalettismo è tornato. Tutto nuovo, cose in grande. Troppa pubblicità. Per quanto ve ne può fregare, io mi occupo principalmente della radio e della tv. Non mancheranno articoli naturalmente. E naturalmente siete tutti invitati a contribuire con articoli, video, idee, prestazioni in natura. Olè.

Gabriela e Rodrigo

aprile 1, 2008