Non facciamo confusione

gennaio 25, 2008

Dare una rilevanza politica (anche minima) all’uscita dell’Udeur dal Governo, o equipararla a quella di Rifondazione Comunista nel ’98 significa non avere le idee chiare, o essere in mala fede.

Era prevedibile

gennaio 25, 2008

Come se non avessero già abbastanza problemi, nel centrosinistra c’è chi corre dietro all’umorale Clemente Mastella. Ma alla Gad conviene davvero tenerselo? L’Udeur vale solo l’1,3 per cento ma crea problemi come se avesse il 10 per cento. La vera vocazione dell’ex portavoce di De Mita, si sa, non è certo il buon governo ma tessere intrighi e preparare imboscate ai suoi alleati. Allora perché perdere tempo con uno che se anche ti fa vincere poi ti rende impossibile la vita?

Da: Il collezionista di poltrone, di Percy Yullop. Diario 14-12-2005

Cose irreali

gennaio 24, 2008

Mastella legge Neruda al Senato.

Edit:Irreale veramente. La poesia non è di Neruda, come tra l’altro da queste parti si pensava.

Mastella prendi esempio

settembre 19, 2007

Il funzionario della Presidenza del Consiglio Riccardo Capecchi si è dimesso dopo la pubblicazione di una sua foto sull’aereo di Stato che riportava Mastella e Rutelli a Roma dopo il gran premio di Monza. Capecchi scrive a Dagospia:
“(…) Ero su quel volo di ritorno da Milano per atto di cortesia del Ministro Rutelli dopo aver partecipato a titolo strettamente privato al Gran Premio e tengo a precisare che ero in possesso di un biglietto regolarmente acquistato per il volo AZ 2119 delle ore 20.00 da Linate a Fiumicino.
Sono certo di non aver commesso alcun illecito o violazione di legge ma consapevole tuttavia di aver compiuto una leggerezza: mi è ben chiaro che non tutti hanno l’opportunità di salire su un volo di Stato in alternativa ad un volo di linea solo per risparmiare alcune ore di attesa. (…) credo anche che nella vita si debba essere conseguenti e che i comportamenti individuali anche del più piccolo collaboratore, quale io sono, non debbano in alcun modo inficiare ruoli ed istituzioni, esse sì importanti e prestigiose. E’ per questo motivo che ho già ritenuto opportuno rimettere in modo irrevocabile il mio incarico presso la Presidenza del Consiglio. (…)”

Riccardo, dopo questa lettera, fosse per me, dimissioni respinte e torni a lavoro. Complimenti.

Oh..e anche Rutelli, che dà passaggi con l’aereo di Stato manco fosse il suo, dica due paroline.

Ps. La petizione Mastella sei incostituzionale continua. Firmate numerosi!

(…) I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge. (Art. 54 Costituzione)

vogliamo.gif

Clemente Mastella, semmai fosse ancora sul bordo, oggi ha passato il segno.

Non tanto perchè sfrutta aerei presidenziali da 20 mila euro a botta per andare a vedersi il gran premio col figlio. Nè l’aver fatto da testimone di nozze, insieme a Cuffaro, al Campanella amico degli amici, e nemmeno il fatto che stimi all’inverosimile Andreotti. Non è l’aver piazziato moglie e figli in parlamento, o per i suoi ribaltoni, il suo niente da ministro del lavoro nel governo Berlusconi, per carità non vogliamo affrontare la questione del concorso in bancarotta fraudolenta per il fallimento del Napoli, e nemmeno perchè si circonda di Salini vari..

Il problema è Briatore..puoi essere amico di Briatore? Dai, qui non è una questione di diritto penale, non siamo manettari da queste parti, qui stiamo parlando di Briatore. E poi a parte tutto, Mastella ci stai sui coglioni, diciamocelo.

Quindi io la butto lì, petizione, per far sapere a lor signori quanti elettori del centro sinistra considerano Mastella incompatibile anche col più sofferto compromesso politico. Mettete il bannerino sui vostri blog, fatevene uno vostro, divulgate il verbo, e un giorno anche noi avremo il nostro Day, il Mastella Day.